Il nostro Blog

Ambiente Sicuro 73 - I giovani e le Auto Elettriche

E' passato un bel po' di tempo dall'ultima volta che avevamo dedicato un articolo Ambiente Sicuro all'osservare la situazione del mercato della mobilità sostenibile e a come questo si sta evolvendo. Penso l'ultimo sia della prima metà di giungo, più di qualche mese fa considerando che ci stiamo avvicinando all'autunno. In ogni caso, sentiamo spesso ripetere che le auto elettriche siano il mezzo del futuro e di base questo è vero ed indiscutibile, non esistono soluzioni immediate più efficaci per evitare la crisi ambientale. Nella realtà dei fatti, però, quanto vengono considerati questi veicoli dai più giovani? Cosa pensano delle auto elettriche (o più in generale delle auto) coloro che quel futuro lo andranno effettivamente a vivere? Di questo parliamo nell'articolo di oggi.

Prima di iniziare, però, ti ricordo che ogni venerdì escono i nostri articoli dedicati all'ambiente e alla mobilità sostenibile e che per restare aggiornato ti puoi iscrivere alla nostra newsletter. Bastano due veloci clic ed è completamente gratuita!


ambiente sicuro 73 vendite auto elettriche 1° metà 2021

Un po' di dati sulle auto elettriche.

Partiamo, come di consueto, con un po' di dati e percentuali sull'attuale situazione del mercato delle auto elettriche. D'altronde, come anticipato nell'articolo che parlava del rapporto tra gli italiani ed i veicoli elettrici, lo scetticismo e l'odio non ha assolutamente abbattuto le vendite di questi prodotti che hanno visto un vero e proprio boom nella prima metà del 2021. Grazie anche ai numerosi e generosi ecobonus ed incentivi, da gennaio a maggio un terzo delle automobili vendute rientrava tra le elettriche, le ibride o le ibride plug-in.

Snocciolando un po' di numeri, si è visto un incremento delle immatricolazioni pari al +335,1% e si è vista una considerevole espansione anche nel settore dei veicoli usati dove queste tipologie di vetture hanno visto un incremento del +127% rispetto al 2020. Percentuali massicce anche se poi, a conti fatti, guardando all'attuale parco auto circolante, ci sia ancora molto lavoro da fare. E' comunque un buon inizio. A tal fine è indicativo anche il fatto che tra coloro che vogliono acquistare un'auto a breve, ben il 67% sostenga di voler considerare l'opzione elettrica. Se poi ci concentriamo solo su coloro che vorrebbero acquistare un'auto nuova, la percentuale sale al 75%. Insomma, il futuro è elettrico... ma è davvero così?


ambiente sicuro 73 auto parcheggiate in vendita

Ma i giovani acquistano auto?

Una delle cose che mi lasciò perplesso leggendo i dati elencati sopra fu il fatto che non veniva dato peso all'età degli intervistati, fattore che è invece, secondo me, importantissimo. Prima di chiederci, infatti, se le auto del futuro saranno elettriche bisognerebbe chiedersi quanto i giovani tenderanno davvero ad acquistare delle auto perché è sotto gli occhi di tutti, il loro rapporto non è mai stato più complicato di oggi. I dati parlano chiaro. Il 12% dei ragazzi sotto i 25 anni possiede un'auto (10 anni fa era il 21%). D'altronde come potrebbe essere altrimenti quando i costi di gestione/mantenimento sono proibitivi e quando il posto fisso e sicuro è un sogno sempre più difficile da realizzare? Un giovane è ben poco motivato ad intestarsi un'auto nuova e preferisce ricorrere a mamma e papà. Così il possesso nella fascia 51-60 è passato dal 94% al 101% e nella fascia 61-70 dal 77% al 93%.

Oltre al fattore economico, c'é poi anche un fattore sociale. Se si guarda alla mobilità urbana c'é la concorrenza dello sharing (dal bike al car), delle e-bike, dei monopattini e degli scooter. Tutte soluzioni che non solo hanno un costo inferiore, ma risultano anche più comode visto che si muovono con maggiore agilità nel traffico e trovano parcheggio più facilmente. Sulle lunghe distanze, invece, l'avvento di aerei, treni e mezzi pubblici low cost ha reso meno essenziale l'auto. Per quanto il Covid abbia leggermente rispostato questo equilibrio a favore del mezzo privato, è sempre indubbio che nessuno va più a Capo Nord in quattro con la 500. Al massimo la si noleggia sul posto per il periodo della trasferta. L'auto non è più quindi un bene davvero così desiderato, ma è un oggetto di lusso sempre più costoso e difficile da possedere.


ambiente sicuro 73 atto vandalico auto

Un'emotività tossica verso l'auto elettrica.

L'ultimo fattore che va quindi preso in esame quando si parla del rapporto tra giovani e auto è l'emotività, ma, anche qui, bisogna considerare che le auto hanno perso molto del loro romanticismo. Se è vero che il web ha reso vicine tutte le persone, questo vuole anche dire che nessuno sente più il bisogno di prendere costantemente l'auto per andare a vedere degli amici con cui puoi parlare in videochiamata su Zoom o Discord. Se tale situazione non era poi stata ancora appresa da tutta la popolazione, la pandemia e la quarantena hanno obbligato tutti ad imparare a vivere in un nuovo mondo dove spostarsi in auto non è più quasi necessario neanche per andare a lavoro. Cosa resta dell'emozione di guidare? Molto poco. Giusto chi ama l'auto proprio come veicolo o come mezzo che genera emozioni (che si parli di sensazione di libertà date dal vagare senza metà o di emozioni forti date dal rischio della velocità). E' inevitabile però che la percentuale di utilizzatori di auto sia adesso più bassa di prima e che continuerà ad andare a calare.

Se poi quanto appena detto è vero per l'auto tradizionale, l'auto elettrica è messa persino peggio perché, essendo un mezzo nuovo verso cui c'é tanto scetticismo e tantissima opposizione da parte di alcuni elementi dell'opinione pubblica, non può minimamente contare su quel romanticismo che potrebbe mantenere in vita il mercato auto. Guidare un'auto elettrica è persino più comodo e rilassante di farlo con un'auto tradizionale, lo dicevamo sette giorni fa, eppure in quanti si sentono spinti a farlo? In quanti hanno provato? Quanti di questi erano giovani? Questo perché i già citati odiatori dell'elettrico, forti del loro sarcasmo caustico e della loro astuzia, hanno trovato terreno fertile nel pubblico più giovane trasformando i veicoli elettrici in una barzelletta, un qualcosa da deridere perché di poco valore effettivo. L'auto elettrica è davvero il mezzo del futuro? Come già detto, in linea teorica, non può essere altrimenti, ma nel pratico bisogna impegnarsi a far cambiare qualcosa (una migliore educazione stradale sarebbe un buon inizio) perché in realtà potrebbe essere proprio l'auto in sé a non essere più il veicolo del futuro. Non è detto che questo sia un male, ma sicuramente è uno scenario ben diverso da quello che immaginiamo.

Chiudiamo l'articolo ricordando che Gori Ecofficina è anche EcoMotion, negozio dedicato alla mobilità sostenibile a 360° che cerca di promuovere questo stile di vita nella realtà locale di Grosseto. Se vuoi avere più informazioni, puoi contattarci sia tramite il sito che chiamandoci direttamente al nostro numero di telefono.


Ti è piaciuto quanto hai letto e vuoi restare aggiornato? Iscriviti alla nostra newsletter!

Con l'inserimento dei dati ci autorizzi ad iscriverti ai nostri servizi informativi. Essi sono trattati da Gori officina s.r.l. nel rispetto delle normative sul trattamento dei dati personali. Hai il diritto di conferma dell'esistenza o meno di dati che ti riguardano e l'accesso agli stessi, di rettifica, di cancellazione, di portabilità e di opposizione per un motivo legittimo, relativo all'insieme dei tuoi dati. Tale diritto si esercita presso Gori officina s.r.l. oppure inviando un'email a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Puoi consultare l'informativa completa su : Privacy Policy

Cerca Articoli

ULTIMI ARTICOLI

Vision e Mission

Vision: Per una mobilità urbana, privata o aziendale, che sia sicura e sostenibile.
Mission: La Gori Officina si vuole porre in prima linea tra il settore della mobilità di beni e persone e quello della mobilità sostenibile per un mutuo sviluppo all'insegna della sicurezza e della consapevolezza. Per fare ciò, abbiamo deciso, forti dei nostri 50 anni di esperienza, di promuovere un'officina completa a dimensione di persona e rispettosa dell'ambiente così da poter presentare soluzioni innovative costruite su misura per le esigenze delle aziende e dei privati che decidono di affidarsi ai nostri servizi. Un cliente felice in un ambiente sano.

Dove siamo


Contatti veloci

  • Gori Officina S.r.l. Via Giordania, 16 58100 Grosseto
  • 0564 455015 - 0564 456599
  • Da Lun a Ven :
    dalle 7:30 alle 12:30
    e dalle 14:30 alle 19:00
    Sabato :
    dalle 8:00 alle ore 12:00
Go to top
Template by JoomlaShine